Occupazione tedesca di Roma, marzo 1944. Parallelamente all’eccidio delle ‘Fosse ardeatine’, c’era un ordine di Himmler per l’esodo forzato dell’intera popolazione maschile della città

"Dalla parte dei fascisti italiani, lo stesso basso burocratismo caratterizzò quei due giorni di marzo. Il questore Caruso, uomo privo di ogni senso morale, in quella sera del 23 marzo spedì i suoi uomini in giro ad eseguire arresti e…

Continua a leggereOccupazione tedesca di Roma, marzo 1944. Parallelamente all’eccidio delle ‘Fosse ardeatine’, c’era un ordine di Himmler per l’esodo forzato dell’intera popolazione maschile della città

Dante critico con chi non prende posizione e conduce la propria piccola esistenza senza identità, “privata della morte e della vita”, nel vuoto assoluto

"Le monde semble inverseé (37) et c'est cela qui effraie Dante, lui donne la tentation de se taire, d'être neutre: les disciples du bien par trahison se rangent sous l'étendard du mal, de Lucifer, tandis qu'à l'inverse les païens se…

Continua a leggereDante critico con chi non prende posizione e conduce la propria piccola esistenza senza identità, “privata della morte e della vita”, nel vuoto assoluto

1921-22. Nasce il movimento degli ‘Arditi del Popolo’, guidato da Argo Secondari. Le dure critiche del Pcd’I

"Ma la grande questione in cui ha subito modo di inverarsi la tesi dell'indipendenza a tutti i costi del Pcd'I è quella degli «Arditi del popolo». Questi costituivano un'organizzazione affacciatasi sulla scena politica nel marzo del 1921, ma nata ufficialmente…

Continua a leggere1921-22. Nasce il movimento degli ‘Arditi del Popolo’, guidato da Argo Secondari. Le dure critiche del Pcd’I

Croce nel giudizio di Antonio Labriola: un “intellettuale”, un “letterato”, un “indifferente alle lotte della vita”, amatore solo dei “dibattiti delle idee nei libri”

"Grande fu invece la maraviglia che suscitò in qualche economista di professione, che il Croce, nel disputare, poneva sovente in impaccio, come colui che - a differenza del suo interlocutore, il quale conosceva al certo maggior numero di cose, ma…

Continua a leggereCroce nel giudizio di Antonio Labriola: un “intellettuale”, un “letterato”, un “indifferente alle lotte della vita”, amatore solo dei “dibattiti delle idee nei libri”